Lettera al Presidente del CNF

 

Illustre Presidente,

come Le sarà noto, in data 8 aprile è stato presentato alla Camera Deputati un progetto di legge che riforma la giustizia tributaria, nel senso dell’abolizione delle Commissioni tributarie e del trasferimento della relativa materia al Giudice ordinario, presso cui è prevista la istituzione di sezioni specializzate .

Tale progetto, in relazione alla situazione di grave disfunzione in cui versa la giurisdizione civile, già sull’orlo del collasso, rischia di portare alla completa paralisi tale giustizia e di sopprimere una giurisdizione che ha dimostrato di assicurare una sufficiente tutela ai contribuenti, registrando tempi celeri nella definizione dei processi  (non oltre tre anni nei due gradi di merito), quali non si ritrovano  in alcuna altra giurisdizione.

Peraltro, anche la qualità delle sentenze delle Commissioni regionali appare in linea con quelle d’appello del Giudice civile, come  è dimostrato dalla percentuale di annullamento, di circa un terzo, delle sentenze da parte della Suprema Corte, in entrambi i settori. E ciò grazie anche alla composizione dei collegi da parte di rappresentanti del mondo forense.

Si segnala, pertanto, alla Sua attenzione di valutare l’opportunità di una presa di posizione dell’Organo da Lei presieduto in merito alla necessità dell’annunciata riforma, che già l’A.N.M. ha bollato come esiziale per la giustizia civile, tanto più che le nuove attribuzioni, oltre a non essere gradite, esulano dalla preparazione tecnico – professionale del Giudice ordinario.

Allego, per Sua opportuna conoscenza, copia dell’articolo pubblicato a mia firma sul “Fisco”

Con i migliori saluti.

Roma, 14  giugno 2016

Il Presidente

Ennio Attilio Sepe

Articolo-Sepe-Proposta-per-una-riforma-della-giustizia-tributaria-corretto-

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi