Giudizi tributari, gli esiti viaggiano mediante la Pec

Giudizi tributari, gli esiti viaggiano mediante la Pec

  di Valerio Stroppa 

 

Gli esiti dei giudizi tributari viaggiano via Pec. Nei primi nove mesi dell’anno le segreterie di Ctp e Ctr hanno notificato tramite posta elettronica certificata il 94,1% dei verdetti e delle notizie di trattazione della causa, vale a dire 876.370 comunicazioni su un totale di 931.671. Le raccomandate postali sono state solo 54 mila (5,9% del totale), con un risparmio per le casse pubbliche di oltre 5 milioni di euro. Completano il quadro 933 depositi presso la commissione (0,07%) e 13 notifiche tramite messo comunale o interno (0,001%). Le statistiche sono state diffuse ieri dalla Direzione giustizia tributaria del Dipartimento delle finanze, impegnata peraltro in queste settimane in una serie di iniziative formative propedeutiche al debutto del processo tributario telematico (Ptt) in altre sei regioni da qui alla fine dell’anno.

Il Ptt, già attivo dal 1° dicembre 2015 nelle commissioni tributarie di Toscana e Umbria, si estenderà in Abruzzo e Molise dal prossimo 15 ottobre. La fase di ampliamento abbraccerà poi Liguria e Piemonte dal 15 novembre 2016, per ricomprendere anche Emilia-Romagna e Veneto dal 15 dicembre e portando così a otto il numero delle regioni coinvolte dalla sperimentazione.

Tornando al tema delle notifiche Pec, i dati del Df confermano il trend crescente delle comunicazioni andate a buon fine. Gli invii tramite posta elettronica certificata erano l’11,5% nel 2012, anno di debutto della possibilità di spedizione telematica delle comunicazioni inerenti la causa secondo le modalità previste dall’art. 16-bis del dlgs n. 546/1992. Percentuale salita al 66% nel 2013, all’84% nel 2014 e poco sopra il 90% nel 2015. Si ricorda che, oltre al dispositivo di sentenze/ordinanze e alle date di fissazione delle udienze, tra le comunicazioni trasmesse via Pec dalle segreterie di Ctp e Ctr vi sono anche parte degli inviti al pagamento del contributo unificato tributario, nei casi in cui esso sia stato, in tutto o in parte, omesso dal contribuente.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi