Comunicato del 17 novembre 2016

A TUTTI I GIUDICI TRIBUTARI

Questa mattina ho avuto notizia che il Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria ha modificato, con delibera del 15 novembre scorso, i criteri per la individuazione delle Commissioni “virtuose” relativamente al 2014, già deliberati nel giugno di quest’anno.
La modifica, consistita nella valutazione delle sopravvenienze per la determinazione della “virtuosità”, ha comportato l’allargamento del numero delle Commissioni
“virtuose” dalle iniziali ottantacinque a novantadue.
Tale modifica tuttavia ha vanificato il lavoro dell’AMT per ottenere il pagamento degli ulteriori compensi (“a pioggia” ed a favore delle Commissioni “virtuose”) per il 2014 entro l’anno, cagionando il ritiro del relativo schema di decreto, già pronto per la firma del Ministro.
La conseguenza è che, dovendosi predisporre un nuovo decreto, in osservanza della nuova delibera del CPGT, si sposteranno notevolmente i tempi di pagamento di detti compensi, in quanto per la preparazione del nuovo decreto, la sua sottoscrizione da parte del Ministro e la successiva registrazione non si farà in tempo a rispettare la scadenza del 5 dicembre, che è l’ultima data dell’anno per disporre il pagamento a favore delle pubbliche amministrazioni.
Ciò significa anche che le somme già stanziate per il 2014, non pagate nel biennio, andranno in perenzione e sarà quindi necessario un nuovo stanziamento che allungherà, e non di poco, i tempi di pagamento a favore delle Commissioni “virtuose”.
Inoltre, pur avendo l’Associazione immediatamente sollecitato lo “spacchettamento” dei compensi a “pioggia” da quelli a favore delle Commissioni “virtuose” per l’anno 2014 per cercare di conseguire quanto meno il pagamento dei primi entro il 2016, sarà molto difficile che questo possa avvenire in tempi utili, superando le difficoltà che al riguardo si presentarono per lo “spacchettamento” dei compensi a “pioggia” 2011-2012.
In conclusione si allungheranno, e non di poco, i tempi per il pagamento dei compensi relativi al 2014, che ormai erano in dirittura di arrivo.
La questione non tocca i compensi a “pioggia” e quelli a favore delle Commissioni “virtuose” del 2013, che saranno pagati entro l’anno in corso.
Si ricorda che l’AMT già prima dell’estate ha sollecitato il Ministero per una modifica legislativa che attribuisca a tutte le Commissioni l’intera somma oggi suddivisa tra compensi a “pioggia” e compensi a favore delle Commissioni “virtuose”, per evitare i ritardi che si sono registrati fino ad oggi a causa della determinazione dei criteri di “virtuosità”.

Roma, 17 novembre 2016

C.U.T 2014

delibera 2622  autotutela per anno 2014

delibera 2623 parere per 2014

 

Torna a -> tutti i comunicati

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi