Sez. 5 , Ordinanza n. 3739 del 08/02/2019

IMPOSTE INDIRETTE

Sez. 5 , Ordinanza n. 3739 del 08/02/2019

DAZI DOGANALI – Certificato di origine preferenziale della merce EUR 1 ritenuto valido – Controlli “a posteriori” – Ammissibilità –  Ragioni.

In tema di dazi doganali, il certificato di origine preferenziale della merce EUR 1, pur se ritenuto inizialmente attendibile dall’autorità doganale, non impedisce che siano  eseguiti controlli “a posteriori” da parte delle autorità preposte, con lo scopo di confermare l’origine della merce, atteso che al momento dell’accettazione iniziale della dichiarazione del contribuente  le autorità doganali non esprimono alcuna valutazione sull’esattezza delle informazioni fornite dallo stesso dichiarante, delle quali solo quest’ultimo si assume la responsabilità, con la conseguenza che tale certificazione non osta a successivi controlli.

Link per la sentenza

Massime precedenti conformi

Massime precedenti difformi 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi